Oggi parliamo di...

Good vibes, bad vibes. Led Zeppelin? No, il Clarisonic

Uno strumento che uso da tempo e di cui vi ho già accennato è il Clarisonic : c’è chi lo ama, c’e chi lo odia…

Io lo amo, usandolo con parsimonia e solo quando la mia pelle mi da il “via libera” (eh, si, la pelle letteralmente ci parla e manda segnali chiarissimi: sta a noi ascoltarli e capirli).

Uso il Mia, comprato oltre 6 anni fa negli Stati Uniti e pagandolo molto meno che in Italia (mi pare un 80 euro ma non ricordo, lo commissionai a un’amica).
A parte il prezzo di base, resta un ammennicolo caro in quanto le testine, che vanno cambiate ogni tre mesi di utilizzo continuato, ora costano una trentina di eurelli.
In italia si trova da Sephora, oppure è acquistabile dal loro sito.
Esiste tutta una gamma di testine a disposizione, io uso quella per pelli normali.

Ho visto sul sito italiano che hanno lanciato una testina per massaggio (no spazzola) e da una youtuber americana che è uscita una testina per applicare il fondotinta (mah?!?).
Esiste anche una versione corpo.

Come funziona il Clarisonic?

Fondamentalmente è una spazzola che vibra e oscilla, rimuovendo in profondità cellule morte, sporco e trucco, massaggiando contemporaneamente la pelle.
Personalmente quando lo riesco a usare continuativamente, noto un netto miglioramento del tono e del colorito quindi suppongo migliori il microcircolo.

Io purtroppo lo uso in maniera discontinua, ascoltando quello che mi trasmette la pelle.
È uno strumento comunque con un’azione importante e può sensibilizzare le pelli delicate.
Chi soffre di couperose a mio avviso potrebbe provare a usarlo solo sulla zona T (posto che non abbia capilllari rotti sul nasino) e rigorosamente con la testina più delicata.
Io lo uso continuativamente quando la pelle è unta (es. preciclo), insistendo sulla zona T, con il detergente di turno.
Non “spingo” mai sulla pelle, piuttosto aumento i secondi di trattamento (10″ su ciascuna guancia e 20″ su fronte e naso/mento, più una bella passata da 30”sul collo e qualche spicciolo, diciamo 10”, su labbra e contorno, per eliminare pellicine e migliorare il microcircolo.

Di norma, lo uso due o tre volte alla settimana.

Nei periodi di pelle pazza e reattiva lo uso solo su naso e mento.

Lo consiglio? Si, ma solo modulando l’uso ascoltando e osservando le reazioni della pelle.

ASCOLTATE IL VOSTRO CORPO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.