Oggi parliamo di...

Una storia antipatica: UFO di Foreo

Come vi ricorderete, qualche mese fa scrissi un articolo sull’ UFO della Foreo.

Ricevo dopo poco tempo una gentilissima mail dell’agenzia di PR che si occupa di Foreo in Italia, che così recita (ovviamente ho tutte le mail, non le pubblico per ragioni di privacy).

Ma, come si dice in inglese, let’s spill some tea…

“Ciao Simona,mi presento: mi chiamo XXX e mi occupo delle PR per il mercato italiano dell’azienda FOREO. Ho letto il tuo articolo relativo a UFO e, dal momento che non mi sei sembrata convinta in merito all’efficacia del dispositivo, volevo chiederti se potresti essere interessata a riceverlo gratuitamente così da poterlo testare e, mi auguro, cambiare opinione 🙂

In attesa di un tuo gentile riscontro, ti auguro una buona giornata.”

Al che, rispondo altrettanto gentilmente:

”Ciao XXX,

Anzitutto grazie per la tua gentilissima mail.
Cosi come ho elogiato il Luna, che non posseggo ma ho più volte provato, e apprezzi molto la tecnologia T-sonic, non riesco a trovare una ragione scientifica per provare UFO.
Se riuscissi a mandarmi degli studi di approfondimento su cui ragionare e gli inci di tutte le maschere disponibili (scritti correttamente: sul sito di Sephora erano entrambi errati e per fornire un’informazione seria ho dovuto correggerli manin manina) potrei accettare la tua proposta. 
Devo avere una motivazione scientificamente valida di partenza per provare UFO che rispetti i requisiti di ecodermocompatibilita’ alla base della mia filosofia.
Voglio dare sempre un’informazione corretta alle mie utenti (target 45+); è per questo che in neanche tre mesi sto raccogliendo un piccolo ma solido pubblico: le rispetto e sono onesta.
Nel caso tu decidessi di inviarmi UFO (fatto salvo le premesse di cui sopra), qualora il mio parere non fosse positivo ti darò il mio feedback privatamente.
Viceversa, se il device mi convincesse, ti manderei la nuova recensione per informazione.
Grazie e a presto,
Simona”
Il che significa: non mi compri regalandomi un aggeggio di cui, allo stato delle cose, non me ne faccio nulla. Mandami dati scientifici e gli INCI delle maschere in modo che io possa avere un motivo razionale, perlomeno per essere stimolata a provarlo.
Nessuno si fa più sentire. Mando due solleciti, penso che siano in ferie, ma niente.
E si che mi hanno cercata loro…
Bastava rispondermi che, per ragioni di segretezza, non possono condividere altri dettagli (anche se gli INCI perlomeno avrebbero potuto tranquillamente  mandarmeli), bastava spiegarmi bene la questione crioterapia/calore, il funzionamento della app…
Cosa ne deduco? Che l’UFO qualche problemino ce l’abbia, che la mia analisi del prodotto e delle maschere fosse corretta e che, a differenza di alcuni “guressi e guresse nostrani” che recensiscono senza usare una base scientifica, in questo piccolo blog si lavora usando la testa.
Mi dispiace moltissimo perché, come ho già scritto, trovo che il LUNA di Foreo sia un buon prodotto, ma questa gestione “shady” delle relazioni pubbliche mi lascia veramente perplessa.
E delusa.
Oppure forse sono troppo piccola per essere tenuta in considerazione.
Ma allora perché cercarmi?

Un commento

  • Sara

    Simona penso che se eri ” piccola ” non t cercavano, magari, non lo so, loro si aspettavano che avresti reagito come quasi tutte le altre blogger che pur di ricevere omaggi dalla aziende, ci sommergono di recensioni sempre positive a prescindere dalla loro vera idea sul prodotto.
    Di te ci possiamo fidare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *