I Fondamentali

INCI E PAO: due cuori nella pallavolo? No, due siglette da conoscere

Due siglette che è importante conoscere sono, appunto INCI e PAO.

L’INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) è l’elenco, in ordine decrescente, delle componenti di un prodotto. Deve essere stampato sul packaging e/o sulla confezione stessa. In alcuni casi ove l’inci non sia presente sul prodotto il rivenditore deve avere un apposito raccoglitore consultabile dove il consumatore possa leggere le componenti.
L’INCI è la base della consapevolezza.
Grazie a strumenti come ad esempio il biodizionario (www.biodizionario.it) e allo studio delle singole materie prime, possiamo capire se un prodotto ci piace oppure no; se i principi attivi sbandierati nelle campagne di marketing sono ben veicolati oppure annegati in una marea di petrolio e soprattutto in quale percentuale sono presenti.
Ripeto, l’ordine è decrescente: gli attivi in fondo all’elenco molto difficilmente supereranno l’1%.

Quindi, se vi propongono una crema miracolosa, dove l’attivo miracoloso è in fondo appena prima dei conservanti, lasciate perdere.

Il PAO (Period After Opening) è quel numerino infilato in un pittogramma dalla forma di barattolo che indica la scadenza del prodotto a partire dalla sua apertura.
Non è sempre presente: in quel caso il prodotto avrà una scadenza superiore ai 30 mesi.

E’ importante rispettare il PAO indicato sui solari con filtri chimici e fisici (insomma non bio): qui l’apertura determina un ‘conto alla rovescia’ reale rispetto all’efficacia del prodotto.

Perché ho fatto questa specifica? Perché soprattutto nei decorativi – e soprattutto soprattutto nei decorativi ben conservati – il PAO, a mio personalissimo avviso, è del tutto relativo.

Il mio PAO lo detta il naso: i prodotti quando sono andati a male puzzano di rancido a causa della degradazione degli oli contenuti che sono evidentemente andati a male. Quindi butto.

Ma se un prodotto è ben conservato, ha mantenuto colore, texture, scrivenza e profumo iniziale e le componenti non si sono separate, perché buttarlo?

Il PAO è un’indicazione ANCHE di marketing, ricordiamocelo, e come sempre dobbiamo essere noi a discernere fra ciò che è rilevante e ciò che ci spinge a gettare i sudati eurelli per comprare e ricomprare acriticamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.